Corsi a Distanza

CORSI A DISTANZA VIA INTERNET

Grazie alle attuali tecnologie è possibile superare ogni distanza, sia nello spazio sia nel tempo. Conscia della necessità di ritagliare spazi sempre più preziosi nella frenesia quotidiana della vita di ciascuno di noi, MacAdam – MacAdemia di Scritture e Letture ha deciso di attivare i nuovi Corsi a Distanza basati sull’utilizzo di Skype e di Facetime: due fra le più moderne e diffuse, piattaforme per la videoconferenza.

I Corsi a Distanza hanno la caratteristica di poter essere programmati durante l’intero arco della giornata, sulla base delle necessità di chi li frequenta, e di essere gestiti in completa autonomia da qualsiasi parte d’Italia e del mondo. Basta un computer collegato a Internet e uno dei due programmi indicati per poter accedere a tutte le risorse di MacAdemia e per poter cominciare il proprio personale cammino nel mondo della scrittura.

Le lezioni possono essere programmate sia in forma individuale sia di gruppo, e anche fra amici. Qualsiasi aspetto può essere concordato e deciso sulla base delle reali necessità di chi lo frequenta: un’occasione unica per portare realmente MacAdemia a casa di ciascuno di voi! Per qualsiasi informazione sui costi e sulle date di attivazioni, mandate un’email a macadam@macademia.it.

 

CORSI A DISTANZA RESIDENZIALI

Sono i corsi pensati per essere proposti sia agli insegnanti – nell’ambito dei progetti di Formazione Continua e di Riqualificazione – sia alle scuole o alle altre associazioni che desiderano condividere le metodologie del “Progetto: Culture in Gioco”. Metodologie su cui si basa l’azione formativa di MacAdam – MacAdemia di Scritture e Letture. Questi corsi vengono creati, concordati e sviluppati in collaborazione fra MacAdemia e l’Ente che decide di erogarli, e possono essere realizzati a Padova, presso MacAdemia, o in qualsiasi altra parte d’Italia o all’estero, presso le idonee strutture individuate dall’ente interessato.

Per gli insegnanti

L’insegnante basa il proprio lavoro da una parte sull’esperienza maturata sul campo e dall’altra sull’aggiornamento continuo. Le due cose, apparentemente in contrapposizione, invece di escludersi si giustificano a vicenda e, se opportunamente valorizzate, creano un risultato maggiore alla loro semplice somma. Quel “qualcosa in più” che rende unico un insegnante per i propri studenti.

Fabio Fracas è anche “formatore per formatori” per vari enti e associazioni – AIART, Associazione Italiana Ascoltatori Radio Telespettatori; UCIIM, Unione Cattolica Italiana Insegnanti Medi; ISSRE, Istituto Salesiano Superiore Ricerca e Educazione; e altri – ha realizzato e condotto seminari, conferenze e incontri. Nel tempo a queste esperienze si sono unite altre competenze, in ambito psicologico e dell’Analisi Transazionale che hanno generato – nel 1996 – il Progetto “Culture in Gioco”.

Proprio grazie al Progetto Culture in Gioco, e all’esperienza maturata nell’ambito della scrittura e della narratologia, Fabio Fracas può oggi offrire agli insegnanti un’esperienza formativa completa e, sotto molti aspetti, unica nel panorama italiano.

Una delle caratteristiche che meno rendono giustizia della nobile arte dell’insegnamento è la noiosità e la freddezza con cui alcune nozioni vengono esposte. Naturalmente se si vuole parlare di elettricità non si può fare a meno di enunciare la legge di Coulomb ma, a seconda del pubblico a cui ci si riferisce, è possibile utilizzare piccoli accorgimenti (esempi, prove in laboratorio, esperienze) per comunicare assieme a essa anche tutta la novità e l’interesse che quella legge nasconde. Il trucco è tutto qui: motivare e rendere interessanti le lezioni. Esistono però dei particolari metodi per riuscirci. Uno, in particolare, deriva direttamente da una componente spesso trascurata nella vita degli adulti: il Gioco.

Vi siete mai chiesti perché da piccoli vi dicevano: “gioca, così impari!”; mentre da ragazzi sentivate ripetervi: “smetti di giocare e mettiti a studiare!”. Io sì. E credo anche voi. Il gioco è una delle forme più valide di apprendimento – molto spesso basato sull’esperienza diretta – ed è proprio grazie all’utilizzo di una particolare forma di gioco, il Gioco di Ruolo, che il Progetto Culture in Gioco cerca di dare una risposta a quell’antico interrogativo che noi tutti ci portiamo nel cuore. Giocare fa bene e chi gioca impara, o insegna, velocemente e divertendosi!

Il Progetto Culture in Gioco si sta sviluppando prevalentemente in Veneto e nel Friuli Venezia Giulia ma è possibile esportarlo in qualsiasi regione d’Italia. A livello nazionale, chi si occupa di progetti simili ha già scoperto il piacere della collaborazione e ciò ha permesso di creare una rete di persone che sono disponibili ad agire sulle diverse realtà locali facendo però riferimento a pochi gruppi organizzativi. In questo modo, ci è possibile sviluppare e tenere Corsi di Aggiornamento per Insegnanti, Incontri, Seminari e Laboratori praticamente in qualsiasi città e regione, isole comprese. Per sviluppo, comunque, intendo anche l’aggiornamento del Progetto alle varie necessità manifestate dai diversi gruppi di persone che hanno già partecipato alle nostre iniziative. In particolare la direzione più significativa che è stata intrapresa è quella relativa alle potenzialità educative e culturali che il Progetto ha dimostrato di possedere nei riguardi degli studenti appartenenti alle classi delle Scuole Medie Superiori.

Per gli studenti

MacAdam – MacAdemia di Scritture e Letture di Fabio Fracas, oltre alla formazione degli insegnanti, crede molto nell’educazione dei giovani alla lettura e alla comprensione del testo. Per questo motivo vuole lavorare nelle scuole superiori con i propri laboratori di scrittura creativa per i ragazzi: per far maturare in loro la passione per la letteratura!

Grazie ai laboratori studiati in collaborazione con i docenti delle scuole, gli studenti possono misurarsi e confrontarsi sui differenti temi della narrativa. E non solo: possono integrare lo studio della lingua straniera con la conoscenza delle opere degli scrittori esteri più noti oppure, attraverso la poesia, tratttare anche in classe i temi che hanno più a cuore.

Differenti tipologie di corsi possono essere coordinate e studiate su richiesta diretta del corpo docente o in base alle specifiche esigenze della classe.

MacAdemia in classe

Corso di Poesia, ITIS Marconi di Padova
In classe a Padova, con gli alunni della seconda e della terza superiore dell’ITIS Marconi. Cinque lezioni dedicate alla poesia svolte in collaborazione con gli insegnanti della scuola e tenute da Federica Castellini e Fabio Fracas. Il corso si è svolto nei mesi di febbraio/marzo 2006.

Corso di letteratura e comprensione del testo, ITIS Marconi di Padova
Tre lezioni con un unico obiettivo: sollecitare i ragazzi alla lettura e insegnare le basi della scrittura. Il corso si è svolto in collaborazione con gli insegnanti della scuola ed è stato tenuto da Federica Castellini e Fabio Fracas nei mesi di marzo/maggio 2007.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *